RAFFRESCAMENTO E COMFORT UNIFORME CON LA POMPA DI CALORE!






Oggi ti porto ad Asti, in Piemonte. Terra di vini, formaggi e tantissime altre buone cose.

Però mi spiace, non ti mostrerò una serie di bottiglie, ma sono qui per documentarti un impianto di raffrescamento a pavimento.

Attenzione però.

Questo impianto non lo abbiamo previsto per l’intera abitazione ma è stato realizzato solo in zona giorno.

Nel piano mansarda invece abbiamo optato per un’altra soluzione.

Come mai?

Per l’impossibilità di poter gestire l’umidità stanza per stanza. Siamo infatti in un ambiente con tetto a vista e di conseguenza non potevamo procede con le canalizzazioni.

Per di più, trovandoci in mansarda dove notoriamente batte il sole e si possono raggiungere temperatura da deserto del Sahara, serviva una potenza termica più importante, un raffrescamento più deciso per intenderci.

Quindi?

Quindi abbiamo optato per dei climatizzatori ad espansione diretta in modo da gestire in maniera rapida e puntuale il comfort.

Ovviamente tutto questo è stato possibile dopo un confronto serrato con il cliente, dopo una Consulenza Energetica Professionale che ha permesso di capire esigenze e necessità di questa famiglia.

Avendo un’esperienza a 360° è possibile individuare le soluzione più giuste e che si adattano meglio alle richieste dei clienti.

Tornando a noi.

Nella zona giorno il comfort uniforme era fondamentale e per questo abbiamo optato per un impianto a pavimento fresato della Eurotherm.

I sistemi a bassa inerzia permettono di avere una regolazione molto più rapida.

Il pavimento infatti è già fresco dopo appena mezzora che è stato acceso.

Ovviamente per poter fare raffrescamento a pavimento, è necessario avere un ottimo sistema di termoregolazione.

In questo caso abbiamo un sensore della Eurotherm. Si tratta di sistemi che misurano temperatura ed umidità e vanno a comandare il deumidifcatore ad incasso.

Inoltre permettono non solo di gestire le temperature stanza per stanza, ma anche gli orari delle temperature stanza per stanza.

Con un sistema tradizionale questo non sarebbe possibile perché non si può aumentare la temperatura a fasce orarie in quanto con un sistema ad alta inerzia non si riuscirebbe a gestirle.

Guardando al deumidificatore, abbiamo un ventilatore che aspira l’aria e che la fa passare attraverso il doppio radiatore lamellare, infatti sul retro e sul davanti sono presenti sia evaporatore che condensatore.

Il piccolo compressore serve per abbassare la temperatura: se l’aria entra a 25° C e con il 60% di umidità, viene raffreddata e condensa, arriva a 20° C con 50% di umidità poi esce fuori a 25° C, ma alzando la temperatura l’umidità relativa diminuisce e potrebbe uscire indicativamente anche con il 40%.

Il sistema di deumidificazione può essere sostituito da un deumidificatore canalizzato, ma in questo caso abbiamo optato insieme ai clienti per questa scelta.

Le alternative ci sono, il grosso problema è affidarsi a qualcuno che le conosca.

In ogni caso se vuoi fare raffrescamento a pavimento è fondamentale il sistema di deumidificazione.

Ricapitolando, con questo impianto possiamo avere diversi vantaggi, soprattutto applicati a questa particolare abitazione:

  1. Impianto uniforme in tutto l’ambiente che, in questo caso, essendo in una zona giorno anche abbastanza grande, permette di non avere sbalzi di temperatura importanti. Ovviamente per questa situazione era la soluzione giusta, in altri casi la gestione del comfort stanza per stanza, soprattutto per quanto riguarda le camere da letto può essere molto diversa da persona a persona e quindi potrebbe essere necessario valutare altri impianti.

  2. Tolto il deumidificatore, questo prodotto non ha un impatto estetico dannoso sull’abitazione, laddove invece i classici split possono non essere molto belli da vedere.

  3. Questa soluzione permette di sfruttare un unico generatore sia d’estate che d’inverno.


Per concludere:

Per trovare la soluzione più GIUSTA, è fondamentale affidarsi ad aziende, professionisti preparati e che soprattutto ti mettano al centro del progetto.

L’impianto di cui vi ho parlato in questo articolo è stato proposto ed installato solo dopo un confronto con i clienti.

Se non si ascoltano le esigenze di chi poi quella casa la dovrà vivere 365 giorni all’anno come si può pensare di individuare i prodotti giusti?

Se ci si rivolge a chi vende solo split cosa pensate vi possa proporre?

Certo, sarebbe molto più semplice entrare in un’abitazione ed avere già la soluzione in mano, ma alla fine a rimetterci sarebbe solo ed esclusivamente il cliente che si ritroverebbe con un impianto che non soddisfa i suoi desideri, il suo comfort e che magari non porta risparmi economici.

Non rischiate di buttare via i vostri soldi, rivolgetevi a persone preparate e che sono disinteressate. Persone che non vogliono a tutti i costi vendervi il loro prodotto.

La nostra Consulenza Energetica Professionale serve proprio a questo: indicarvi la retta via ed evitare che si possano commettere errori!

Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.

Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Se invece vuoi diventare davvero INDIPENDENTE:

www.soluzionigreen.it/richiediconsulenza