LA "SCORCIATOIA" PER OTTENERE IL SUPERBONUS 110 FUNZIONA DAVVERO?




Stai provando ad ottenere il SuperBonus ma le scadenze sono ormai prossime? Non c’è più tempo per riuscire a rientrare nel 110 e non sai come fare?

E se ti dicessi che c’è la possibilità di avere la certezza di ottenere il SuperBonus 110?

Mettiti comodo e leggi con attenzione quanto ho da dirti perché potrebbe esserti davvero molto utile.

Oggi il mercato edilizio italiano si trova in una situazione molto complicata: centinaia di aziende stanno rischiando la bancarotta e moltissimi clienti hanno dovuto bloccare o sospendere i propri cantieri. Il nostro SuperBonus, per quanto vantaggioso ha comunque mietuto moltissime vittime.

E tu? Sei alla ricerca di una soluzione per provare a cavalcare l’incentivo nonostante i tempi strettissimi?

Allora questo articolo potrebbe darti le risposte che cerchi perché in effetti esiste una scorciatoia.

Attenzione però: come tutte le scorciatoie si tratta di un percorso complicato, difficile e pieno di insidie e il rischio di farsi male è REALE.

Ma vediamo di approfondire meglio la questione.

In questi momenti, quando sembra di aver toccato il fondo, anche la più piccola speranza finisce con l’attrarci.

Così come una falena che viene richiamata dalla luce, anche noi ci aggrappiamo con tutte le forze che ci rimangono ad ogni piccolo barlume che riusciamo ad intravedere.

Il problema è che il rischio di rimanere fulminati è alto ed è per questo che dobbiamo muoverci come sempre con i piedi di piombo, dobbiamo evitare di farci prendere la mano.

Sei mai andato al Casinò? Hai mai fatto qualche puntata?

Spesso ci si impone un budget ma quando si perde la tentazione di voler continuare a puntare per recuperare i soldi persi è alta e, se si finisce con il rimanere seduti al tavolo alla ricerca del jackpot, si può anche veramente perdere tutto.

A volte è meglio accettare la perdita, a volte è meglio accettare di aver perso tempo e parte del nostro denaro, ma evitare di affossarsi ulteriormente in un cantiere che rischia di non vedere mai la fine.

Ma cerchiamo di capire meglio come funziona questa scorciatoia.

Innanzitutto è bene avere ben chiaro come funziona il meccanismo delle detrazioni fiscali. Questo mondo viaggia su due binari distinti:

  1. Spese sostenute: Per le abitazioni unifamiliari devi sapere che ad oggi il 110 riguarda tutte le spese sostenute entro il 30 giugno 2021. All’interno della Legge di Bilancio è stata introdotta una proroga di 6 mesi fino al 31/12 con il vincolo di raggiungere il 30% dei lavori (SAL) entro il 30 settembre

  2. Realizzazione lavori: le lavorazioni sono quelle che seguono la classica logica del SuperBonus in quanto è necessario avere almeno uno dei due interventi trainanti a cui si possono abbinare interventi trainati. L’obbiettivo finale è l’aumento di almeno due classi energetiche.

Questi due binari viaggiano e lavorano in parallelo perché se faccio un pagamento ci deve essere di conseguenza un avanzamento del cantiere.

In questo contesto il progettista, il tecnico che segue il tuo cantiere va ad asseverare una realizzazione dei lavori e questa asseverazione è fondamentale per poter ottenere i crediti fiscali.

Su questa linea dobbiamo andare ad inserire il vincolo del 30% di stato avanzamento lavori che come detto ora è da presentare entro il 30 settembre. Si tratta di un vincolo relativo all’avanzamento dei lavori.

Ed è proprio qui, tra queste righe, sarebbe stato trovato un bug, una scorciatoia per riuscire a sfruttare il 110%.

Ovvero?

La detrazione matura sulla base delle spese sostenute e di conseguenza, secondo alcuni, può essere sufficiente pagare tutto il cantiere entro il 30 giugno.

Effettuando queste transazioni entro la scadenza, risulterebbero tutte al 110 sulla base dell’asseverazione che va a comprendere i lavori che devono essere realizzati.

Ma qui è giusto porre l’accento su due aspetti importanti:

A) Entro quando devo finire i lavori? Le scadenze come detto sono fissate sulle spese sostenute dunque, sulla carta, i lavori potrei farli anche nel 2023.

Ma…

A livello fiscale, le operazioni di cessione del credito seguono quello che è il calendario fiscale, quindi tendenzialmente entro marzo bisogna comunque gestire i cassetti fiscali che devono essere maturati sulla base di un’asseverazione, ovvero la dichiarazione di interventi realizzati concretamente.

Pagare tutto entro il 30 giugno è formalmente corretto, ma non prende in considerazione le responsabilità dell’asseveratore ed è per questo che DEVI confrontarti con questi professionisti perché bisogna comunque avere la certezza di poter realizzare i lavori.

Pagare tutto entro giugno non è molto in linea e si sa, a giocare con il fuoco si finisce per l’essere scottati.

B) Se io pago tutto devo avere la certezza che tutto quello che pago verrà effettivamente realizzato.

Oggi però sul mercato non ho questa certezza, le tempistiche sono dilatate e se pago opere che poi non riesco a realizzare potrebbero essere guai seri…

Quindi?

Quindi se non sei ancora partito, se sei appena partito e non hai la certezza fidati di me: NON pagare tutto entro il 30 giugno.

Potresti perdere migliaia e migliaia di euro.

Per farti giusto un esempio, l’allaccio del fotovoltaico avviene anche fino a 5 mesi dopo l’installazione dell’impianto. Capisci che non ha senso?

I rischi sono tanti, forse troppi ed è per questo che devi affidarti ai professionisti esperti su questa materia, se sei alle prime armi fai le valutazioni in maniera attenta e concentrati sugli interventi giusti.

Vuoi sederti al tavolo e correre il rischio?

Fallo pure, ma sappi che potresti alzarti con una perdita davvero importante e io, onestamente, da sempre sono fortunato in amore ma sfortunato nel gioco e di mettere tutto sul piatto senza sapere con certezza di riuscire a recuperare i soldi non mi va.

Se anche tu la pensi come me, la strategia è di concentrarsi sulle opere più efficienti e lasciare il tavolo prima che sia troppo tardi.

Se saremo formati, se saremo a conoscenza di tutti questi aspetti nessuno potrà mai fregarci e noi, come Soluzioni Green abbiamo reso consapevoli centinaia di famiglie che oggi riescono in maniera del tutto autonoma a districarsi in un mondo così complicato.

Non farti venire i mal di pancia, le crisi di nervi perché hai ascoltato le promesse dei venditori. Non buttare i tuoi risparmi ma entra anche tu a far parte del team, diventa una persona formata e informata e vedrai che non potrai più commettere errori!



Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.

Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Se invece vuoi diventare davvero INDIPENDENTE:

www.soluzionigreen.it/richiediconsulenza

Sei alla ricerca di un progettista, un artigiano a cui affidare i lavori per casa tua?

Hai bisogno di un tecnico per la tua riqualificazione?

CERCA E TROVA IL TUO PROFESSIONISTA SU:

https://paginegreen360.it