QUANTO ASSORBE E QUANTO CONSUMA UNA POMPA DI CALORE? NON FATEVI FREGARE!

Aggiornamento: 14 ott 2021




- Potenza contatore

- Consumi

- Blackout



Oggi parliamo proprio di questo.



Attorno a questi tre aspetti ruotano le obiezioni di venditori, finiti professionisti, sciacalli per quanto riguarda la pompa di calore.



Ah scusa... benvenuto tra l'altro!



Se stai leggendo questo post, significa che anche tu come me ti sei stufato di sentire chiacchiere a destra e sinistra e hai deciso di informarti per davvero.



Per cui, prenditi giusto qualche minuto per leggere questo mio articolo.



Ci troviamo in un periodo di transizione energetica e non solo per quanto riguarda la mobilità, ma anche per la parte dei generatori termici/sistemi di riscaldamento.



Stiamo infatti passando a generatori totalmente elettrici e ogni modifica, ogni rivoluzione giustamente porta con sé ansia e domande.



Attenzione però, perché l'ansia può talvolta finire per mostrare una realtà che non esiste.


Sulla pompa di calore se ne sentono di cotte di crude e oggi mi concentrerò sulla parte relativa agli assorbimenti e ai consumi elettrici.


Partiamo con una delle obiezioni più frequente:



“Se hai una casa totalmente elettrica e va via la corrente rimani al freddo”



Sì, è vero.



Ma posso dirti una cosa?

Se hai una caldaia a gas? In caso di blackout rimani al caldo?

No, perché anche per questo prodotto c’è la necessità di avere energia elettrica.

In particolare su due componenti:

- Scheda elettronica

- Circolatori

Senza energia elettrica rimani al freddo in ogni caso, sia che tu abbia una pompa di calore, sia che tu abbia una caldaia a gas.

Esistono generatori senza energia elettrica?

Certo, il caminetto a legna.

In ogni caso non c’è da preoccuparsi eccessivamente: i black-out in Italia sono molto rari per cui questa prima obiezione la possiamo tranquillamente archiviare.

Ma concentriamoci sugli assorbimenti elettrici.

Quanto consuma e quanto assorbe una pompa di calore?

Partiamo col distinguere i due concetti:

Il consumo lo possiamo paragonare ai km, a quanta energia abbiamo fatto andare.

L’assorbimento lo possiamo paragonare alla velocità, a quanta potenza ho prelevato istantaneamente.

L’assorbimento è vincolato e legato a tre parametri fondamentali:

- Potenza termica che deve erogare la pompa di calore anche in funzione delle dispersioni dell’edificio

- Condizioni climatiche esterne

- Condizioni e parametri dell’impianto di riscaldamento

Sono le tre condizioni che vanno ad influenzare la resa della pompa di calore, il fantomatico COP.

Gli assorbimenti in media variano tra i 2 e 3 kW e qui abbiamo la questione contatore:

Un contatore da 6 kW può essere sufficiente, ma devi sapere che a quel punto ti rimarrebbero 3 kW per gestire tutti gli altri elettrodomestici.

Se inseriamo delle piastre ad induzione, che da sole possono assorbire fino a 4 kW, potrebbe essere un problema.

Perché?

Perché non puoi programmare esattamente quando mangiare, non è come la lavatrice o la lavastoviglie che puoi fare andare la notte a meno che tu non sia abituato a mangiare con la luna piena...

Inoltre frigorifero e pompa di calore hanno assorbimenti costanti e che occupano gran parte della tua capienza.



Di conseguenza potrebbe essere necessario cambiare il contatore, è un aspetto che devi tenere presente.

Facciamo ora un confronto tra Samsung e Templari giusto per darti un'idea di quante variabili entrano in gioco nel momento in cui bisogna scegliere il prodotto più giusto per casa propria.

Esempio: abbiamo una Pompa di Calore da 12 kW, temperatura esterna di 2°C e temperatura del fluido termovettore a 35°C.

Una Samsung monoblocco rende 10,8 kW e ha un COP di 3,49. Il che significa che gli assorbimenti elettrici superano di poco i 3 kW.

Su un contatore da 6 kW, 3 kW sono delegati dunque alla Pompa di Calore a livello di compressore.

Viceversa prendendo la Templari, che è un prodotto di fascia superiore, a 2 °C eroga 10,1 kW contro gli 11 kW della Samsung, ma avendo un COP di 4 i suoi assorbimenti sono di circa 2,5 kW.

Di conseguenza avremo 500 watt in più da poter delegare ad altri elettrodomestici.

Queste sono informazioni fondamentali per capire qual è il prodotto GIUSTO.


Ovviamente però è solo la punta dell'iceberg, non è tutto, anche la resa per esempio è un valore importante.



Una pompa di calore da 12 kW infatti può coprire circa 150 mq di casa in un’abitazione non isolata, ma in una casa isolata potrebbe andare anche oltre i 200 mq.

Sono tutte considerazioni e calcoli che devono essere fatti con un termotecnico e che possono cambiare di molto le cose, perciò nel momento in cui dovrai compiere determinate scelte tieni a bene a mente questi aspetti perché dovranno essere valutati nel minimo dettaglio.

Veniamo ora a un’altra obiezione molte frequente:

“Eh ma senza Fotovoltaico la Pompa di Calore non ha senso perché devi comprare energia dal gestore”

Sì è vero.

Ma ti faccio una domanda:

Preferisci spendere 2000 euro di metano o 1000 euro di energia elettrica?

È vero che paghi l’Enel e con il fotovoltaico è sicuramente più conveniente, ma in ogni caso risparmierai fino al 60% anche senza un impianto fotovoltaico.



Quindi?

Quindi conviene comunque spendere meno per l’energia elettrica che per il metano, non sei d'accordo con me?



Questo per dirti che se siamo informati, non possiamo farci intortare da queste chiacchiere.



Se ti ritrovi con un prodotto malfunzionante e se continui a rimanere sempre e comunque legato al gas, quando in realtà avresti potuto optare per un altro impianto che senso ha?



Una volta investiti i tuoi risparmi non potrai più tornare indietro, quindi è bene partire da subito con il piede giusto e se tu stesso ti metterai in gioco per capire cosa è davvero meglio per te, commettere errori sarà impossibile.



Ovviamente affidarsi ad una guida esperta e che non ha interessa a venderti nulla, è fondamentale.



Per questo noi abbiamo ideato un servizio di Consulenza Energetica Professionale, perché noi non dobbiamo convincerti ad acquistare nulla, noi valutiamo le tue esigenze, le tue necessità e solo successivamente individuiamo il prodotto più GIUSTO.



Questo è il nostro metodo e so che ai truffatori che popolano questo settore tutto ciò non farà piacere.


Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.

Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Se invece vuoi diventare davvero INDIPENDENTE:

www.soluzionigreen.it/richiediconsulenza



OPERI NEL MONDO DELLE RIQUALIFICAZIONI?

Sei un artigiano che realizza impianti termici?

Oppure un progettista termotecnico?👷

Diventa PARTNER Soluzioni Green e scopri come collaborare con noi e non solo!

Come ho rivoluzionato il modo di interfacciarsi con il cliente in ottica green, così sto per rivoluzionare l'intero mercato del settore delle riqualificazioni!

PRENOTA IL TUO POSTO al tour che partirà a settembre e non perdere questa incredibile opportunità! 💪

Trovi tutte le info a questo link:

https://www.soluzionigreen.it/lavora-con-noi