DECRETO ENERGIA? ECCO LE MODIFICHE PRINCIPALI





Decreto bollette, decreto energia, chiamatelo un po’ come vi pare, ormai c’è confusione anche con i soprannomi…

In ogni caso al suo interno sono presenti diverse modifiche e in questo articolo ve le illustrerò una per una concentrandomi su quelle principali:

1. Aumento di 4 passaggi per quanto riguarda la cessione del credito

2. Proroga fino al 15 ottobre per ciò che riguarda le comunicazione fiscali, i crediti fiscali relativi ai crediti maturati nel 2021.

3. Spostamento del SAL

Attenzione.

Il decreto in questione deve essere convertito, i parlamentari presentano le modifiche, le integrazioni e le proposte che devono successivamente essere votate.

Questo decreto poi dalla Camera dovrà passare al Senato. Come puoi ben immaginare ci sono ancora diversi passaggi prima che le modifiche diventino ufficiali.

La legge diventa legge solamente quando viene pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Ma torniamo a noi e approfondiamo insieme le modifiche previste all’interno di questo decreto:

a) 4° cessione del credito

L’articolo 29 bis del DDL di conversione del decreto D.L 17/2022 modifica la disciplina dell’utilizzo di alcune agevolazioni fiscali del 2021.

All’interno di questa modifica infatti si passa dalle 3 a alle 4 cessioni effettuabili in riferimento ai crediti d’imposta del 2021.

Questo significa che per tutti i lavori 2022 non c’è nessun provvedimento.

Viene dunque prevista la facoltà di un’ultima cessione dalle banche a favore dei soggetti per i quali abbiano concluso un contratto di conto corrente.

D’altronde senza capitali le aziende non possono far nulla e ad oggi, con i vari blocchi che sono stati introdotti, sono in evidente difficoltà.

Le banche quando acquisiscono crediti li utilizzano sul proprio IRPEF, sulle proprie tasse e non possono continuare ad acquisire crediti perché si finirà con l’avere più crediti che tasse da pagare.

Intesa per esempio ha già acquisito più di 4 miliardi di crediti e ha oltre 20 miliardi di richieste.

Se Intesa dovrà pagare nei prossimi anni 25 miliardi di tasse e 4 miliardi li ha già acquisiti come crediti fiscali significa che 20 miliardi sono i crediti in elaborazione e questo istituto potrà e convertire 1 miliardo, non di più.

Questo perché c’è più richiesta rispetto a quello che la parte finanziaria può assorbire.

La possibilità della quarta cessione permetterebbe di dare un po’ di respiro alle banche.

b) Proroga della Cessione del Credito fino al 15 ottobre 2022 (solo per le aziende)

Essendo un periodo molto complicato a livello fiscale in questo modo si avrà più tempo.

c) Spostamento del SAL

Ad oggi la proroga del SuperBonus 110 per le unifamiliari non c’è: la scadenza è fissata al 31 dicembre 2022. Bisogna comunque eseguire i lavori entro fino anno e, detto sinceramente: se non sei ancora partito non ce la fai.

C’è poco da fare, la merce scarseggia e senza merce non si possono effettuare i lavori.

Se ordino oggi una pompa di calore i tempi di consegna sono dai 6 agli 8 mesi.

Non arriva a novembre?

Ok, c’è dicembre.

Ma se arriva a gennaio hai perso il SuperBonus 110. f

Sono tempi del mercato, chi opera nel settore lo sa benissimo.

Io oggi continuo ad avvisare i miei clienti e se tu ordini adesso avrai gli stessi nostri problemi.

Stesso discorso ovviamente vale per serramenti o cappotto.

Diffidate dunque da chi festeggia questo spostamento del SAL, da chi ve lo presenta come un’opportunità per cominciare un percorso impossibile da completare.

E il fotovoltaico?

Il fotovoltaico ha tempi di consegna più breve, ma anche qui c’è da fare attenzione.

Ad oggi infatti per poter chiudere il cantiere bisogna effettuare l’allaccio, il GSE ecc.

Io posso anche montarlo a settembre o a ottobre, ma poi ci sono tempi tecnici dell’ENEL o altri enti che devono effettuare queste pratiche e che non sono così immediate.

Terzo e ultimo rischio riguarda infine le banche.

La banca può impiegare anche due mesi ad approvare la tua pratica per esempio e io azienda ho bisogno di essere pagato altrimenti come ordino la merce? Come monto?

È dunque fondamentale NON farsi prendere dall’entusiasmo perché un leggero ritardo fa saltare tutto.

Occhio dunque a non farvi fregare, a non fidarvi delle promesse che vi vengono fatte perché a pagare sei tu e quando capirai di essere in ritardo per il 110 sarai in grado di finanziare il tuo progetto??

Non puoi nemmeno immaginare quante mail mi arrivano ogni giorno, quante famiglie sono rimaste scottate perché purtroppo hanno incrociato sulla loro strada dei finti professionisti, persone che pensano solo al proprio personale tornaconto.

Noi stiamo cercando di limitare l’azione di questi individui il più possible anche attraverso le informazioni che forniamo quotidianamente su questo sito e tramite i nostri canali social e YouTube.

Hai bisogno di una mano in più?

Allora la nostra Consulenza Energetica Professionale potrebbe davvero esserti d’aiuto!

Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.

Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Se invece vuoi diventare davvero INDIPENDENTE:

www.soluzionigreen.it/richiediconsulenza

Sei un professionista/progettista? 🤝📐

Registrati qui:

https://www.paginegreen360.it/registrazione/professionisti/r/soluzioni-green

Sei un installatore o impresa? 🛠

Registrati qui:

https://www.paginegreen360.it/registrazione/installatori/r/soluzioni-green

🧑‍🔧 Sei alla ricerca di un progettista, un artigiano a cui affidare i lavori per casa tua?

🏗️ Hai bisogno di un tecnico per la tua riqualificazione?

🔎 CERCA E TROVA IL TUO PROFESSIONISTA SU:

https://paginegreen360.it