CANTIERE AL 110% IN CORSO. QUALI SONO LE TEMPISTICHE PER PORTARLO A TERMINE?



In questo articolo ho deciso di parlarti di un cantiere in provincia di Pavia.

In particolare, attraverso le parole del cliente, voglio che ti sia ben chiaro un aspetto che in molti non valutano.

Ovvero?

Ovvero le tempistiche.

Ma ci torneremo verso la fine.

Ci troviamo di fronte ad una ristrutturazione dove all’esterno verrà realizzato un cappotto termico con un sistema monoblocco che renda uniforme l’isolamento.

Essendo un isolamento decisamente performante, in questo caso la Ventilazione meccanica (incassata) della Helty risultava fondamentale per evitare la formazione della muffa.

Cos’altro avremo?

Avremo un sistema di climatizzazione ad espansione diretta per rinfrescare la zona notte.

Come ho detto infatti ci troviamo a Pavia, una zona molto umida tra le tante risaie (beati loro)

Di conseguenza il raffrescamento con la pompa di calore sarebbe stato insufficiente.

Più rapidità, più efficienza, più economico e, qualora ci fosse un problema al generatore principale, i climatizzatori potrebbero comunque integrare il riscaldamento anche in mezza stagione.

Soluzione perfetta e che rispecchia l’esigenza del cliente.

Ma non è finita qui.

Nel seminterrato avremo la presenza di fan coil Innova in grado di lavorare anche a bassa temperatura.

La pompa di calore lavorerà sui 30-35° C e i fan coil sono tra i pochi prodotti che riescono ad operare a queste temperature.

In questo modo si ottimizzeranno i consumi della Pdc.

Per concludere, il nostro amato impianto fotovoltaico da 8 kW monofase, Inverter SolarEdge, batterie d’accumulo e Wall Box.

Penso tu lo sappia già, ma te lo sottolineo nuovamente:

Tutto questo è stato individuato grazie alla nostra Consulenza Energetica Professionale.

Un’analisi preliminare dettagliata è fondamentale prima di avventurarsi nell’Ecobonus perché un piccole errore potrebbe far crollare l’intero progetto.

E alla fine sai chi paga gli errori degli altri?

Tu.

Lo so, non è logico ma purtroppo funziona così.

Quindi affidati a professionisti preparati che ascoltano le tue esigenze.

Solo così potrai evitare di buttare via migliaia di euro.

Chiusa questa piccola parentesi, veniamo alle tempistiche.

Ecco le parole del cliente:

La casa in questione è stata comprata nel novembre del 2020. L’inizio dei lavori è partito a marzo e dopo circa 7 mesi si sta iniziando a vedere qualcosa.

Il trasloco che era previsto per luglio arriverà a settembre.

Di conseguenza in meno di un anno si riesce a portare avanti il tutto. Sono fortunato perché sono stato uno dei primi ad avviarmi con il 110%.

Quante ore dedichi al cantiere?

1 ora o due ore al giorno, bisogna starci dietro.

Ricordatevi sempre:

Delegare va bene, ma delegare tutto no perché si parla di casa tua, sei tu che dovrai viverla e non chi ti realizza gli impianti.

È importante dunque essere presenti per poter controllare i lavori.



Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.

Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Se invece vuoi diventare davvero INDIPENDENTE:

www.soluzionigreen.it/richiediconsulenza