top of page

I 9 parametri che influenzano i consumi della Pompa di Calore

Quanto Consuma una pompa di calore? Come sta lavorando? Quali sono le variabili che influenzano il rendimento e lo stato della tua Pompa di Calore?



Dietro questo prodotto entrano in gioco diversi parametri, io in particolare ne ho individuati 9, o meglio 10 ma l’ultimo voglio che tu lo riesca a indovinare sulla base di quelli trattati in precedenza.


Conoscerli e sapere come intervenire su ognuno di essi fa la differenza perché le prestazioni del tuo impianto possono migliorare sensibilmente e questo porta a un miglioramento del comfort, una riduzione dei costi in bolletta e una minor usura del prodotto.


Ma quali sono questi parametri che influenzano la Pompa di Calore?


  1. Dispersioni

  2. La temperatura di mandata 

  3. La temperatura esterna.

  4. L’umidità 

  5. Il nucleo famigliare e la gestione dell’Acqua Calda Sanitaria

  6. Inerzia Termica

  7. Modalità d’utilizzo e funzionamento

  8. Progettazione/Installazione

  9. Termostati di casa


Ognuno di questi elementi va considerato e tramite il nostro servizio di progettazione Protocollo Casa Zerø non lasciamo nulla al caso.


Ti ho già dimostrato qui sul canale YouTube come grazie alla nostra progettazione si possano andare a risparmiare migliaia di euro garantendo il comfort ai proprietari dell’abitazione e l’ho fatto con due casi particolari che ti lascio qui sotto:




Ma ora torniamo a noi e partiamo con il nostro primo parametro:


1. DISPERSIONI



I 9 parametri che influenzano i consumi della Pompa di Calore


L’obiettivo di una Pompa di Calore è riuscire a mantenere casa calda o a scaldare casa e abbiamo un edificio, un contenitore chiuso, che deve trattenere all’interno il calore. Maggiore è il calore che vado a dissipare e che vado a sprecare già la Pompa di Calore dovrà lavorare per riempire nuovamente l’edificio di energia termica.


È come un secchiello bucato, più grande è il foro più acqua dovrò versare per mantenerlo pieno.


Questo è il primo aspetto che va a influenzare quelli che sono i consumi di una pompa di calore


2/3. TEMPERATURA DI MANDATA E TEMPERATURA ESTERNA


Il COP di una Pompa di Calore ossia l’efficienza con cui riesci a scaldare casa è proporzionale al Delta T, al salto che c’è tra la temperatura esterna e la temperatura di mandata maggiore. 


Maggiore è il salto maggiore sarà l’energia che si andrà a consumare ed è per questo che la zona climatica ha una rilevanza importante: è ovvio che in Val D’Aosta si abbia una temperatura esterna più fredda rispetto che in Campania e di conseguenza le dispersioni saranno elevate.


4. L’UMIDITÁ 


Quarto aspetto in ordine di importanza che va a influenzare i consumi di una pompa di calore è sicuramente l'umidità esterna perché l'umidità va a influenzare la formazione della brina e quindi i cicli di sbrinamento.


Lo sbrinamento ovviamente non è un demone, è un processo naturale che ogni Pompa di Calore che deve fare perché l’umidità esterna tende a congelare quando la temperatura e fredda tende a condensare sotto lo zero, tende a congelare istantaneamente quindi a brinare formando così una patina di ghiaccio sulle alette.


Quando il ghiaccio diventa troppo le Pompe di Calore sono costrette a invertire il ciclo e mandare calore all’esterno per sbrinare il macchinario. Ovvio la qualità di un prodotto in questi casi fa la differenza perché non tutte le Pompe di Calore sono uguali, ci sono Panda e ci sono Mercedes.


Per farti un esempio, la Stiebel Eltron è un prodotto di alta fascia che limita molto lo sbrinamento. 


Ora che abbiamo analizzato i fattori esterni portiamoci dentro casa e vediamo quali sono le variabili che vanno a influenzare i consumi di una Pompa di Calore partendo dalla produzione di acqua calda sanitaria.


5. FAMIGLIA E ACQUA CALDA SANITARIA


I 9 parametri che influenzano i consumi della Pompa di Calore


Maggiore il consumo di acqua calda sanitaria Maggiore saranno i consumi della pompa di calore, è un dato di fatto.


Per fare l’acqua calda devo lavorare ad alte temperature 55-60-65° C, è una cosa oggettiva perché quando ci facciamo la doccia l’acqua non sta a 30°C ma ho bisogno che sia almeno 38/40°C e quindi la tipologia di produzione di acqua calda, la quantità di persone, la quantità di acqua utilizzata influenza i consumi. 


Per quello paragonare Pompe di Calore sono da scheda tecnica, solo sulla base delle abitazioni e sulla posizione geografica non ha senso perché il nucleo familiare fa la differenza e non solo.


Posso avere due persone che si fanno una doccia al giorno o quattro persone che fanno due docce al giorno, questa varia da famiglia a famiglia.


Se il mio nucleo familiare è composto da 5 sei persone avrò un bollitore più grande e dovrò consumare più energia per produrre più acqua. Questa è un'altra variabile importante che va a influenzare i consumi sia direttamente (più acqua faccio andare più la pompa di calore consuma), sia indirettamente (più acqua devo produrre più l'impianto di riscaldamento si ferma quando la pompa di calore scalda l'acqua e quindi deve poi andare a recuperare accelerando).


Se mi fermo spesso per fare acqua calda sanitaria l'impianto di riscaldamento non lavora la temperatura scende e quindi devo andare poi a rincorrere e consumare di più. Questa è una variabile che influenza i consumi totali della pompa di calore.


Lo so che per molti è più facile confrontare i consumi della propria casa con quelli del vicino, ma ci sono tantissime variabili in gioco.


6. INERZIA


L’inerzia dell’impianto, l’inerzia di casa sono fondamentali perché se le dispersioni di casa mi indicano quanto calore esce da casa mia, l’inerzia mi dice quanto calore riesce a essere accumulato nei mattoni nel muro, nel pavimento e quindi questo influenza.


Se abbiamo un impianto ad alta inerzia, un impianto a pavimento tradizionale quando la pompa di calore produce acqua calda il massetto continua a scaldare quindi la casa continua a mantenere in temperatura. Vicevere ho una flessibilità delle temperature più labile, può variare più rapidamente e generare dispersioni importanti.


Quindi vedete come la pompa di colore si sta inserendo all'interno di una giungla di parametri sempre più complessa.


7. MODALITÁ DI FUNZIONAMENTO



I 9 parametri che influenzano i consumi della Pompa di Calore


Per esemplificare poniamo che la Pompa di Calore si occupi solo di scaldare e non di rinfrescare.


L'efficacia dello scambio, le modalità di funzionamento influenzano tantissimo il rendimento della Pompa di Calore. Se io mando la la pompa di calore a una temperatura tanto tanto bassa perché voglio far consumare meno la mia pompa di calore non è detto che scaldi e non è detto che non vada a fare on/off, ma se io mando la temperatura sull'impianto a pavimento a 25° C non è detto che l'acqua mi ritorni a 20° C in pompa di calore, forse mi tornerà a 23° C perché scambia poco.


Se abbasso tanto la temperatura perché mi hanno detto che il COP dipende dal Delta T potrei rischiare di avere tanti on/off proprio perché se non garantisco alla Pompa di Calore uno scambio termico idoneo non vado da nessuna parte. 


A volte impelagarsi su un dettaglio piccolo come la temperatura di mandata potrebbe generare on/off ma nessuno lo dice ste cose perché via dell’effetto Dunning-Kruger: più siamo ignoranti su un tema e meno sappiamo di esserlo


Uno sa tre cose delle pompe di calore e pensa di saperne tantissimo ma non è assolutamente così.


8. PROGETTAZIONE


Noi della Soluzioni Green attraverso il nostro Protocollo Casa Zerø facciamo questo ogni singolo giorno, progettiamo le riqualificazioni e andiamo a realizzare gli impianti su misura del cliente prendendo in considerazione l'involucro, l'inerzia, la ventilazione meccanica, l'inerzia dell'impianto, le modalità di utilizzo, quando la casa viene vissuta e così via.


La nostra progettazione integrata Protocollo Casa Zero ti permette di andare a ottimizzare e dimensionare correttamente la Pompa di Calore considerando tutte le variabili che, come ti sto raccontando, sono tante.


9. TERMOSTATI


Il 9° parametro che influenza la gestione degli on/off e i consumi di una pompa di calore sono i termostati di casa. Come scaldi casa? Quanti termostati hai? Ne hai uno per zona? Ne hai uno per stanza?


Ci sono termostati che vanno a gestire le testine sull'impianto a pavimento con degli algoritmi di modulazione, termostati che sono on/off che accendono e spengono e quindi l'accensione e lo spegnimento del termostato si traduce in un input nella pompa di calore di accendersi e di spegnersi e quindi talvolta il problema può riguardare anche questi elementi.


10. POTENZA


L'ultimo parametro fondamentale che influenza quelli che sono i consumi di una pompa di calore è la potenza se sbaglio la potenza della pompa di calore allora crolla tutto il castello di carta e questo è purtroppo uno degli errori più frequenti.


Di sottodimensionamento e dei rischi che comporta ne ho parlato in questo articolo.


Ora che hai tutte queste informazioni credo tu abbia capito quanto sia importante ffidarsi a professionisti seri e a uno studio di progettazione di qualità. Se vuoi accedere al nostro Protocollo Casa Zerø ti basterà fare la richiesta cliccando qui.


Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al nostro canale Youtube


𝗖𝗢𝗡𝗦𝗨𝗟𝗘𝗡𝗭𝗔 𝗘𝗡𝗘𝗥𝗚𝗘𝗧𝗜𝗖𝗔 ®  Non sai cosa fare? Non sai di chi fidarti? Richiedi la nostra Consulenza Energetica Professionale, il servizio che ha rivoluzionato il settore!


𝗟𝗜𝗕𝗥𝗜 📚


Ordina “Obiettivo Casa Senza Gas”. Tutto ciò che devi sapere in una ristrutturazione


Prenota “7 Consigli x 7 Impianti”. Consigli concreti per gli impianti di casa tua.


𝗣𝗔𝗚𝗜𝗡𝗘𝗚𝗥𝗘𝗘𝗡𝟯𝟲𝟬 🛠️


Sai già quale interventi effettuare, trova i nostri partner su PagineGreen360  




𝗦𝗢𝗖𝗜𝗔𝗟 🤳





𝗣𝗢𝗗𝗖𝗔𝗦𝗧🎙️




コメント


bottom of page