DETRAZIONI RISPARMIO ENERGETICO 2019: interventi, percentuali, vincoli...



Per un approfondimento normativo potete fare riferimento al documento ufficiale che trovate in questo link: https://www.agenziaentrate.gov.it/wps...

A seguire trovate un riassunto di tutti gli interventi che danno accesso alle detrazioni fiscali al 65%.


Riqualificazione energetica 65%

Per questi interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 100.000 euro. Se effettuati su condomini, la detrazione va riferita all’intero edificio e non alle singole unità immobiliari che lo compongono. In tal caso, quindi, è necessario ripartire la detrazione, spettante nel limite massimo di 100.000 euro, tra i soggetti interessati.


Interventi sugli involucri 65%

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro. Si tratta degli interventi su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti, riguardanti strutture opache orizzontali (coperture, pavimenti), verticali (pareti generalmente esterne), finestre comprensive di infissi 50%, delimitanti il volume riscaldato.


Installazione di pannelli solari

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro. Sulla base delle indicazioni tecniche fornite dall’Enea, sono assimilabili ai pannelli solari i sistemi termodinamici a concentrazione solare utilizzati per la sola produzione di acqua calda. Pertanto, le spese sostenute per la loro installazione sono ammesse in detrazione.


Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 30.000 euro. Per lavori di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale si intende la sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione ad aria o ad acqua.

Dal 1° gennaio 2018, per le caldaie a condensazione si può usufruire della detrazione del 50% solo se hanno un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A.

Se, oltre ad essere almeno in classe A, sono anche dotate di sistemi di termoregolazione evoluti, è possibile continuare a usufruire della detrazione più elevata del 65%. L’agevolazione è ammessa anche per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza e con impianti geotermici a bassa entalpia e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione realizzato.

La detrazione spetta a condizione che le predette pompe di calore garantiscano un coefficiente di prestazione COP minore di 2,6 misurato secondo la norma EN 16147. La detrazione non è ammessa per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con uno scaldacqua a gas.


Generatori di calore alimentati da biomasse combustibili

E' riconosciuta una detrazione, nella misura massima di 30.000 euro, per l’acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Sul sito dell’Enea sono pubblicati i requisiti tecnici specifici che deve possedere l’impianto.


Dispositivi multimediali

E' prevista una detrazione per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o finalizzati ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti e a garantire un funzionamento più efficiente degli impianti. La detrazione spetta nella misura del 65%.

Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.


Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale: https://goo.gl/1ZYyNW .

Sul nostro sito puoi avere alcune informazioni su tutti i servizi che siamo in grado di offrire. http://www.soluzionigreen.it.

© 2018 by Soluzioni Green. P.I. 11794530011

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco YouTube Icona