Che POTENZA deve avere la NUOVA CALDAIA



Se state progettando un nuovo impianto di riscaldamento oppure, più semplicemente, dovete scegliere tra camino e stufa, potrà esservi utile capire come calcolare il fabbisogno termico dell’abitazione in cui vivete, così da stimare la potenza termica della potenziale caldaia con radiatori o della stufa a pellet.


Per riscaldare una singola stanza o l’intera casa

Alcuni modelli di camino o stufe, oltre a riscaldare l’ambiente in cui sono inseriti, potrebbero riuscire a riscaldare l’intera casa con grandi vantaggi in termini di risparmio energetico e spese in bolletta. I camini e le stufe possono integrarsi ai sistemi di riscaldamento già esistenti o sostituirli completamente, non sono poche le caldaie a pellet perfette per riscaldare anche una casa su due piani.


Anche chi deve sostituire la vecchia caldaia con una caldaia a condensazione o integrarne l’impiego con un condizionatore a pompa di calore, dovrà imbattersi nel calcolo della potenza termica necessaria così da effettuare una scelte su misura.


E’ importante specificare che il calcolo della potenza termica qui descritto non tiene conto di importanti fattori quali la stessa dispersione termica generata da vecchi infissi, spifferi, pareti non isolate, stanze esposte a nord…. Infatti, per calcolare la potenza termica necessaria a riscaldare un ambiente si dovrebbero prendere in esame fattori come:


-Coibentazione/Isolamento termico

-Numero di finestre

-Qualità dei vetri e tipologia di infissi

-Presenza di vetrate/lucernari

-Numero di porte

-Esposizione

-Presenza di sistema di ventilazione forzato

-Altri fattori edilizi


Inoltre, il calcolo fa molte generalizzazioni, quindi la stima va “presa con le pinzette” e non certamente come l’unico parametro per il giusto dimensionamento del sistema di riscaldamento.


Per esempio, il risultato ottenuto è espresso in kw ma, i kw di una caldaia a condensazione che, per sua tecnologia è più efficiente, non potranno mai essere paragonati ai kW di una caldaia tradizionale.


Come si calcola la potenza termica necessaria

La potenza termica necessaria a scaldare un ambiente è calcolata in kW a partire dal volume della stanza o casa da riscaldare.


Il volume è espresso in m³, si tratta di un dato facilmente ricavabile: vi basterà moltiplicare i mq della stanza da riscaldare per l’altezza del soffitto. Si tratta di calcoli molto approssimativi che, come premesso, non tengono conto di pareti, elementi divisori ne’ degli elettrodomestici che producono calore né della tecnologia impiegata dalla fonte.

E, se queste generalizzazioni non dovessero bastare, non manca il coefficiente di coibentazione!


Fabbisogno termico e riscaldamento domestico

Per dimensionare la caldaia, l’impianto a pellet o qualsiasi altro sistema di riscaldamento, non bisognerebbe mai dimenticare due fattori:


-L’efficienza dell’impianto che produce calore

-Il grado di coibentazione della casa

-Corpi riscaldanti (se si tratta di radiatori/termosifoni, erogatori d’aria calda o pannelli radianti).


Se sei arrivato fino a questo punto della descrizione, vuol dire che sei seriamente interessato ad approfondire gli argomenti legati al mondo degli impianti ad energia rinnovabili.


Se non vuoi perderti nessun video iscriviti al canale:

https://goo.gl/1ZYyNW

Sul nostro sito puoi avere alcune informazioni su tutti i servizi che siamo in grado di offrire.

http://www.soluzionigreen.it

© 2018 by Soluzioni Green. P.I. 11794530011

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco YouTube Icona